PREVENZIONE DENTALE

Un bel sorriso è prima di tutto un sorriso sano, ed inizia con una corretta prevenzione dentale.

Il tuo sorriso riflette il tuo stato di buona salute, e devi proteggerlo seguendo alcune semplici abitudini.

Ecco i consigli da seguire, per evitare l’ insorgenza di problemi ai denti e alle gengive.


IGIENE DOMICILIARE: SPAZZOLINO, FILO, COLLUTORIO

Una buona salute orale inizia con lo spazzolamento 3 volte al giorno con dentifricio al fluoro, seguito dall’ uso del filo interdentale. Questo serve per rimuovere la placca batterica, patina bianca che si attacca ai denti, soprattutto negli spazi interdentali e vicino alle gengive, causa di carie e malattie delle gengive (gengivite e parodontite).


1. SPAZZOLAMENTO

Spazzola denti, gengive e lingua con uno spazzolino con testa piccola e setole medie, 3 volte al giorno dopo i pasti.

Lo spazzolamento va eseguito in modo verticale, dalle gengive verso i denti.

Sostituisci lo spazzolino ogni 3-4 mesi.

Ricorda di spazzolare i denti per 2 minuti, e non solo 30-60 secondi.

E’ indispensabile lavare i denti la sera, per proteggerli dagli acidi della placca: infatti lo smalto dei denti è più vulnerabile la notte perché si produce meno saliva durante il sonno.


2. FILO INTERDENTALE

Il filo interdentale è il più importante ausilio di igiene domiciliare! Infatti lo spazzolino rimuove soltanto metà della placca; l’ altra metà rimane negli spazi interdentali (tra un dente e l’ altro) e causa carie interprossimali (interne) e malattie gengivali.

Il filo rimuove la placca negli spazi interdentali e sotto il margine gengivale; inoltre stimola le gengive e aiuta a mantenerle sane, e può essere efficace nell’ arrestare i primi segni della gengivite.

Passa il filo due volte al giorno, soprattutto la sera.

In presenza di ponti o impianti è raccomandato l’ utilizzo di appositi scovolini.


3. COLLUTORIO

Utilizza collutorio con fluoro, che aiuta a prevenire le carie, la mattina e la sera dopo aver lavato i denti.

Il collutorio aiuta anche ad avere un alito più fresco.

Dopo interventi al cavo orale, o in presenza di malattie delle gengive, utilizza collutori particolari, prescritti dal tuo dentista.


Ricorda che le conseguenze di una cattiva igiene orale sono l’ insorgenza di carie e di infiammazioni dolorose alle gengive e rischio di mobilità dentale.

Inoltre numerosi studi clinici dimostrano uno stretto legame tra malattie gengivali causate da accumulo di placca batterica e malattie cardiovascolari.


IGIENE PROFESSIONALE

Per igiene professionale si intendono le sedute di pulizia dei denti eseguite dal dentista. Con il tempo la placca calcifica e diviene tartaro. Il tartaro ha numerosi batteri al suo interno e con il tempo provoca malattie alle gengive.

Le sedute di igiene professionale hanno lo scopo di rimuovere il tartaro (detartrasi) e la placca batterica (deplaccaggio).

Le sedute di igiene professionale vanno eseguite ogni 6 mesi.

In presenza di restauri protesici (ponti, corone, impianti) o dopo interventi per malattie gengivali (parodontite) le sedute di igiene vanno eseguite ogni 4 mesi.

Oggi speciali strumenti a ultrasuoni e strumenti a getto di aria, acqua e glicina (air-polishing) consentono di eseguire sedute di igiene professionale rapide e in assoluto comfort.


LA DIETA

La salute del cavo orale dipende anche da una corretta alimentazione. In particolar modo va ridotta l’ assunzione di zuccheri semplici (caramelle, cioccolatini, dolci…), che vengono trasformati dai batteri in acidi che sciolgono lo smalto dei denti.

Vanno invece preferiti alimenti ricchi in fibre e vitamine che rinforzano i denti.

E’ consigliato di ridurre l’ assunzione di cibi fuori dai pasti principali, e di lavare comunque i denti dopo aver mangiato.


LA PREVENZIONE DENTALE NEI BAMBINI : IL FLUORO E LE SIGILLATURE

Il fluoro svolge un ruolo fondamentale nel rinforzare lo smalto dei denti. Il fluoro fa sì che al posto dell’ idrossiapatite, costituente di smalto e dentina, si venga a formare fluorapatite, più resistente all’ azione degli acidi prodotti dalla placca batterica. Il fluoro somministrato per via orale è un’ integrazione al fluoro assunto dal bambino con gli alimenti e con l’ acqua, e va somministrato dai 6 mesi ai 7 anni di età, periodo in cui si formano i denti permanenti.

Le sigillature sono delle speciali resine contenenti fluoro, che hanno lo scopo di sigillare i solchi dei molari permanenti. Lo scopo è quello di ridurre l’ accumulo di cibo e placca nei solchi dei denti e di ridurre l’ incidenza della carie.

Le sigillature vengono eseguite dal dentista all’ età di 6 anni.


COSA E’ LA MALATTIA PARODONTALE

Una gengiva sana ha un colore rosa chiaro ed è tenacemente attaccata ai denti.

Una scarsa igiene orale provoca un accumulo di placca attorno ai denti ed infezioni gengivali (gengivite e parodontite).

I primi segni di infiammazione gengivale (gengivite) sono gengive rosse che sanguinano facilmente durante lo spazzolamento.

Con il tempo la gengivite progredisce con danneggiamento dell’ osso di sostegno dei denti (parodontite), e si viene a formare uno spazio tra denti e gengive (“tasche parodontali”) dove si concentrano i batteri. Questo può portare a mobilità dentale e perdita dei denti.

In presenza di sanguinamento gengivale è opportuno spazzolare di più e passare di più il filo interdentale. Inoltre è opportuno segnalare al dentista le zone di sanguinamento, probabile sede di accumuli di tartaro.

Il trattamento della malattia parodontale consiste in una scrupolosa igiene domiciliare e in frequenti sedute di igiene professionale in studio (ogni 4 mesi). In presenza di tasche parodontali profonde sono opportuni interventi di chirurgia parodontale che hanno lo scopo di eliminare il tartaro sottogengivale, di rimodellare i tessuti di sostegno del dente e di eliminare le tasche.

Numerosi studi clinici dimostrano uno stretto legame tra malattie gengivali causate da accumulo di placca batterica e malattie cardiovascolari.

Per questo motivo è fondamentale mantenere una corretta igiene orale e uno stato di salute di denti e gengive.